moda

Il dolce lifestyle
di Roberto e Tommaso

Intervista ai 6267 che con Malo vestono una donna lussuosa ma amano vivere in provincia

di Paola Bottelli

Rating:
2.7
Rating 2.7

Tags:



Sono timidi, ma non si vergognano di dire che vorrebbero essere «gli unici stilisti italiani emergenti». Roberto Rimondi e Tommaso Aquilano, conosciuti dai fashion victim più chic per il marchio 6267, disegnano da tre stagioni anche la collezione Malo, che ha appena sfilato a New York con la collezione primavera-estate 2008.
Li incontro nel nuovo showroom Malo di Battery Place a New York, proprio davanti alla Statua della libertà, in una tranquilla domenica mattina ornata di nuvole, mentre nei dintorni squadre di operai transennano i luoghi dove due giorni dopo si svolgerà il memorial dell'11 settembre. Jeans e maglietta, spiegano che hanno voluto preparare una collezione «molto preziosa e made in Italy al 100%, lavorando sulle declinazioni della pura seta anziché sul cashmere, che è il Dna dell'azienda». Ad esempio, si sono inventati «delle lavorazioni da piccolo chimico», sottraendo la sericina per dare più struttura alla materia prima. O riscoprendo «a Forlì dei vecchi telai a mano per ottenere l'effetto stuoia».

Lusso allo stato puro, insomma, per due ragazzi che conducono una vita lontana anni-luce dal glamour che hanno rappresentato in passerella. «Direi che la nostra vita è al di sotto del normale», scherza Rimondi, bolognese, 35 anni come il partner. «Il lusso per noi è vivere a Mantova, dove ha sede l'azienda che produce la nostra linea 6267, e andare a lavorare in bici. A mezzogiorno non andiamo al bar a ingurgitare panini: si torna a casa. E alla domenica Tommaso prepara la pasta fatta in casa: la sua specialità sono gli intorci».
«In cucina sono bravo in tutto», ribatte Tommaso, foggiano di San Severo. «Quando siamo stati a Isernia alla It Holding, che controlla la Malo, abbiamo portato a casa una ricotta freschissima e allora ha fatto i conchiglioni con sugo finto». Sarebbe, scusi? «Cipolla bagnata nel vino, si fa evaporare, poi pomodoro e basilico che coltivo io a fuoco bassissimo per 4-5 ore. Come dicono a Napoli, il fuoco deve pippiare».
Anche sui tempi del riposo Roberto e Tommaso sono "anti": «In effetti, facciamo vacanze da pensionati: castelli della Loira o le isole Aran, nell'Irlanda gaelica». Forse è proprio lì che, distanti dal caos festaiolo di Formentera o di Panarea, dove amano svagarsi i loro coetanei, trovano il tempo di inventarsi sperimentazioni sui materiali e sulle lavorazioni che fanno impazzire le fabbriche che devono tradurli in pratica.

pagina 1 di 1




Moda
gallery blog
archivio notizie archivio speciali
titoli tags
Yoox MyPrestigium


MONDO LUXURY

TOP FIVE

I dieci migliori orologi subacquei

La Jaguar E-Type compie 50 anni
Un video con le immagini di mezzo secolo di storia della mitica auto, da Grace ...

 

RT @fdecesareviola: .@MarieLouiseScio : "La mia ricetta per gli hotel di lusso" @pellicanohotels @24luxury @marcobolasco https://t.co/6AyOw

199 giorni fa |