fashion

«I luoghi segreti dello shopping»

Da Manolo a Kawakubo e a Stephen Jones, tutti i negozi dei quali non posso fare a meno a Londra, dove tutto è fuori dal comune

di Antonio Berardi per Luxury24

Rating:
3.5
Rating 3.5

Tags:



Londra, Londinium come i suoi fondatori romani la battezzarono (non letteralmente, la Cristianità dove ancora arrivare in questa parte del mondo), è forse la pietra fondante della civiltà di oggi, che fa vibrare nel nuovo millennio, e speriamo anche oltre, i suoi abitanti e visitatori. Se non hai mai visitato Londra (difficile da credere), allora preparati alla più eccitante ed eclettica città del mondo. Un posto dove musica, moda, arte e letteratura, cultura e cucina, rock e regalità sono parte della vita di tutti i giorni, e qui la vita ogni giorno non è che una grande festa.

Da dove si può iniziare a contemplare un giorno a Londra? La grandiosa colazione britannica potrebbe ovviamente avere un posto d'onore, e dove gustarla meglio se non da The Wolseley (160 Piccadilly), o da Claridges (Brook Street), la quintessenza della colazione, forse la più lussuosa delle coccole di prima mattina, e il perfetto avvio per la giornata. Che si scelga il grande fritto inglese, un sandwich al bacon o solo una tazza di tè, la colazione non sarebbe completa senza un assaggio della prelibatezza di Fleet Street's: un quotidiano. Tralascio musei e tour classici della città per dedicarmi all'East End che è tutto un brusio di piccole gallerie. Segui il consiglio dell'artista Sam Taylor-Wood e visita la Museum 52 e le altre gallerie intorno Redchurch Street. Qui troverai Hirst, Chapmans e Noble & Websters. Aperto in Ottobre e pronto a investire come una tempesta il mondo dell'arte contemporanea ecco il Rivington Place (www.rivingtonplace.org) . Shoreditch non ha mai avuto un luogo così bello! Insieme alla Shoreditch House, club per soli soci recentemente aperto (fratello della meravigliosa Soho House di New York) è il più nuovo e il più favoloso posto da vedere a Londra con la sua piscina sul tetto, le corsie di bowling e l'ultra stilosa, spericolata clientela fashion addicted. Ma ora c'è da decidere dove pranzare: in omaggio a Madonna potresti andare da Cecconi's che serve dell'ottimo cibo italiano (5a Burlington Gardens), o da J Sheekey ( 28-32 St.Martins Court) per pranzare insieme alle star o da The Ivy (1-5 West Street) o semplicemente fare un assaggio di grande cucina da Tom's Kitchen (una produzione Tom Aitkens al 27 di Cale Street).
Per quanto riguarda lo shopping, Londra è una grande città per tutto quello che è vintage. Dall'entusiasmante Virginia's a Portland Road dove la sola visita è già un' esperienza, a Rellik (8 Goldbourne Road) e Steinberg and Tolkein (Kings Road). Se decidi dunque di visitare il favoloso Virgina's, devi assolutamente fare un salto da Julie's per colazione, pranzo, tè, drink o per un aperitivo. E'un'istituzione di Notting Hill.


Ma Londra è anche la città del meraviglioso Stephen Jones (Great Queen Street) di proprietà di Mr Millinery che realizza i cappelli forse più belli e creativi al mondo. Se vuoi essere (o se lo vuole il tuo partner) «una ragazza per tutte le stagioni» (come direbbe la scrittrice Camilla Morton!) è necessaria una visita nella gioielleria di Asprey (169 New Bond Street) o da Garrard (24 Albemarle Street, cortesia di Jade Jagger). Per un guardaroba favoloso (esperienza di shopping favorita di tutti i designer) non può mancare, invece, un salto da Browns (South Molton Street). Adesso per completare il look avrai bisogno di tacchi alti e a Londra c'è il primo Manolo Blahnik (49-51 Old Church Street), ma se sei una maniaca dello shopping con una predilezione per le cose cool e innovative ma non hai ancora le caviglie perfette per Manolo, allora buttati nel Dover Street Market, l'emporio di Rei Kawakubo che offre una meravigliosa collezione da uomo e da donna, accessori e ciondoli per fashionist di ogni dove. Se hai speso troppo, prenditi cura di te con creme alla rosa e alla viola da Charbonnel et Walker (1 Royal Arcade), sono sicuro ti faranno sentire meglio. Londra ama le tradizioni e quella dell'"high tea" è forse una delle mie favorite. Per accompagnarlo con un perfetto sandwich senza crosta al cetriolo, focaccine e torte alla crema prova il rinnovato Fortnum and Mason (181 Piccadilly). Molto british, molto caro e molto molto lussuoso "old school". Anche i parchi sono molto importanti e non solo per l'esercizio fisico: cosa c'è di meglio di una passeggiata ai Kensington Gardens con visita alla Serpentine Gallery e sosta all'Orangery per un tea eper vedere la bellissima scultura di legno di Grindling Gibbons?


Per vedere un buon film ricorda che Londra ha i cinema ( e i teatri naturalmente) più belli del mondo, come l'Electric (191 Portobello road), the Gate (Notting Hill Gate) e il meraviglioso National Film Theatre (Belvedere Road, South Bank). So che stai pensando a cosa fare per la notte ma la cena viene prima: la cosa stupenda di Londra è che è profondamente interrazziale e la cucina riflette totalmente questo aspetto. Mangiare a Londra non è mai stato così buono e per me è senza dubbi la capitale dei cibi del mondo. Dall'italiano Locanda Locatelli (8 Seymour Street), al cinese di Hakkasan (8 Hanway Place), l'indiano di The Cinnamon Club (The Old Westminster Library, Great Smith Street) e il Thai al Nahm (The Halkin Hotel, 5 Halkin Street).
E ora nel circuito dei club, uno dei migliori al mondo: da Hoxton a Camden, fino a Soho. La scena in questo momento è dominata dai posti di ritrovo delle star, come il Crystal (78 Wells Street) dove spendere, sorseggiare e essere visti con Bijork, il Mo*Vida (8-9 Argyll Street) per Scarlett Johnasson e il Boujis (43 Thurloe Street) per incontrare i principi William e Harry, Lindsay Lohan e Kylie. Ecco solo alcune delle ragioni per cui io amo Londra, una città con così tanto da offrire e in cui ogni cosa è di qualità superiore e decisamente fuori dal comune.

Antonio Berardi è uno stilista italo-inglese che vive a Londra (www.antonioberardi.com)

pagina 1 di 1




Moda
gallery blog
archivio notizie archivio speciali
titoli tags
Yoox MyPrestigium


 

RT @fdecesareviola: .@MarieLouiseScio : "La mia ricetta per gli hotel di lusso" @pellicanohotels @24luxury @marcobolasco https://t.co/6AyOw

201 giorni fa |