trend

Petali nel bouquet
e nel piatto

Dove si può acquistare una pianta ma anche fermarsi per un pranzo o per gustare un tè
accompagnato da dolci ricoperti di fiori

di Federico De Cesare Viola

Rating:
4.9
Rating 4.9

Tags:


C'era una volta il bar à book (o "book bar" per gli anglofoni), cioè la sintesi tra una libreria e un bar, dove accompagnare un caffè a un libro, o viceversa. Roba vecchia. Il mondo del multiofferta a tutti i costi – ché un bar che sia solo un bar per ca-ri-tà no – è spietato e vorticoso ed ecco allora il nuovo fenomeno odoroso-chic del – come definirlo? - bar à fleur o flower bar. Il concetto è semplice: dovete comprare un raffinato bouquet per un'occasione speciale? Già che ci siete, vi fermate anche per un tè o per un pranzo vero e proprio. Sennò, ribaltando il concetto: occhi e naso pretendono la loro parte, cosa meglio di una pausa golosa circondati dai colori e dai profumi di una rara orchidea o di una semplice margherita?

L'idea piace così tanto che a Milano, per un tavolo al Fioraio Bianchi Caffè, conviene sempre prenotare. In vetrina fanno mostra di sé le splendide composizioni di fiori per i quali l'ex "Fioraio Bianchi e basta" era l'indirizzo del cuore di tanti milanesi. Chiariamo: lilium e azalee sono sempre in vendita. Solo che oramai qui si viene soprattutto per una colazione caffè e croissant, per un pranzo, per un dopocena. Ambiente davvero di fascino: atmosfera da bistrot parigino, vecchio piastrellato milanese, due salette e pochi tavolini in ferro battuto o in legno. Piatti semplici e sfiziosi (tipo il gazpacho con gamberi in tempura o la superclassica milanese con datterini e rucola) e una carta dei vini mignon, ma con grandissimi nomi, anche in mescita.
Al capoluogo meneghino risponde Roma con Flâneur, nome di Baudelairiana suggestione, tutto pigrizia e ritmi lenti contro – come consigliava un noto spot – il logorio della vita moderna. Il merito è di Antonia Barrasso, che ha pensato di sintetizzare le sue due passioni, i fiori e il cibo, in un localino di rara grazia: vecchie poltroncine, uno splendido bancone di legno e una serra che custodisce l'offerta botanica sono l'inconsueta cornice per un tè pregiato o un light lunch a base di quiche e vellutate di verdure. Per gli amanti dei dolci, poi, fiori e cibo si incontrano letteralmente nella torta di fiori: lo strato zuccherino è sotto, lo strato di fiori sopra. Bella e buona.

Fioraio Bianchi Caffè
via Montebello, 7 - Milano
tel. 02.29014390
www.fioraiobianchicaffe.it

Flâneur
via Flaminia Vecchia, 730a - Roma
tel. 06.33221127

pagina 1 di 1




Moda
gallery blog
archivio notizie archivio speciali
titoli tags
Yoox MyPrestigium


 

RT @fdecesareviola: .@MarieLouiseScio : "La mia ricetta per gli hotel di lusso" @pellicanohotels @24luxury @marcobolasco https://t.co/6AyOw

201 giorni fa |